DiTAM: Distributed Terminology Assets Management

L'Interoperabilità Semantica in sanità

DiTAM LogoSu HIE  è descritto, per gli Stati Uniti, lo stato dell'arte nel settore dell'Health information exchange (HIE), ovvero della Interoperabilità Semantica tra le applicazioni della sanità. Si afferma che "HIE provides the capability to electronically move clinical information among disparate health care information systems while maintaining the meaning of the information being exchanged".

Mentre PICASSO è stato progettato "to move clinical information", ovvero per implementare l'Interoperabilità tra le applicazioni della sanità nel rispetto degli standard del settore (HL7,DICOM..), DiTAM è il prodotto del gruppo NoemaLife progettato "to maintain the meaning of the information being exchanged" ovvero per gestire l'Asset Terminologico e fornire i Servizi Terminologici standard necessari alla Interoperabilità Semantica tra le applicazioni della sanità.

Le più diffuse norme internazionali per lo scambio di informazioni sanitarie sono: HL7, DICOM, ICD-9/10, LOINC e l'ontologia di conoscenza medica SNOMED-CT.  Altri standard definiti da autorità nazionali o regionali contribuiscono ad arricchire il patrimonio terminologico necessario a implementare l’interoperabilità semantica in un concreto contesto sanitario regionale.  I sistemi informatici critici di un sistema socio-sanitario, quali i sistemi di laboratorio,  le cartelle cliniche di reparto, i sistemi di prenotazione e di erogazione di prestazioni, i sistemi di gestione dei pazienti, dovrebbero essere tenuti a trasmettere e scambiare informazioni di salute utilizzando unicamente tali standard.

L'utilizzo effettivo delle norme di cui sopra non è però ancora sufficientemente diffusa e molti sistemi informatici sanitari si basano su protocolli, vocabolari e sistemi di codifica che sono o proprietari del fornitore o riconosciuti come standard de-facto solo entro i confini di singoli operatori sanitari (stakeholder quali ospedali o organizzazioni sanitarie locali).  E' evidente come la mancata adozione delle stesse norme da parte tutti gli stakeholder possa fortemente compromettere affidabilità,  rapporto costo-efficacia,  sorveglianza e adeguatezza dei servizi erogati dell'intero sistema socio/sanitario.

Il conseguimento della interoperabilità semantica tra sistemi sanitari comporta quindi da una parte un processo transiente di "miglioramento"  per adeguare i sistemi e, eventualmente, formare i loro operatori all'utilizzo di modelli di riferimento, vocabolari condivisi e relative mappature, e dall'altra  un "processo operativo" continuato nel tempo per mantenere aggiornati e diffondere sistemi di codifica e relative mappature.

La predisposizione, manutenzione nel tempo (sia rispetto a possibili correzioni che a evoluzioni) di sistemi di codifica e relative mappature, nonché la loro diffusione e messa in opera comporta l'impiego di professionalità e infrastrutture adeguate che non potranno, in generale, essere  prese in carico unicamente dai fornitori dei sistemi informatici.

Il Prodotto

DiTAM (Distributed Terminology Assets Management) è una infrastruttura software distribuita, basata su standard, aperta ed estensibile che supporta la produzione, manutenzione ed utilizzo di risorse terminologiche secondo gli standard CTS2 definiti per la sanità da HL7 ed OMG.

L'ultima versione di CTS2  (Common Terminology Services Version 2) rappresenta un supporto importante per il conseguimento e la gestione operativa dell'interoperabilità semantica sia nell'ambito di una singola azienda che nel contesto di un sistema sanitario regionale o anche sovra-regionale.  CTS2 specifica servizi e modelli informativi standard per la definizione, manutenzione e fruizione di risorse terminologiche  come vocabolari controllati, ontologie, mappature, "value set" (i.e. sistemi di codifica derivati aggregando sottoinsiemi anche eterogenei di termini) per tutta la durata del loro ciclo di vita.

DiTAM è una soluzione flessibile, scalabile e aderente a standard internazionali al problema di creare, manutenere, distribuire e rendere operative le risorse terminologiche di un'organizzazione – siano queste semplici tavole di codifica o rappresentazioni complesse di termini e conoscenza, quali tassonomie di termini, o vere e proprie ontologie con classificazioni multiple di concetti, regole e capacità di inferenza.  DiTAM fornisce interfacce e servizi a supporto di “sistemi” e di singoli individui, siano questi persone, organizzazioni o sistemi informatici, in un contesto locale o geograficamente distribuito.

DiTAM è aderente  allo standard CTS2 che, come detto precedentemente, definisce servizi standard per la gestione e per l'utilizzazione operativa di terminologie – che rappresentano il costituente base della semantica condivisa.  In un ambiente con condivisione della semantica DiTAM  rende disponibile un insieme di funzioni che permettono di trattare e condividere qualsiasi terminologia, dalle più semplici alle più strutturate e complesse. In accordo a CTS2, DiTAM promuove l'interoperabilità tra applicazioni, sistemi e unità organizzative rendendo facilmente accessibili e condivisibili risorse terminologiche e rendendo efficace la loro creazione, manutenzione e diffusione nel contesto di una singola azienda (contesto  locale), di un singolo RHIO, o di un insieme di RHIO (contesto  geograficamente distribuito).

L'Architettura

DiTAM può essere descritto con prospettive diverse:

  • da un punto di vista “funzionale”, DiTAM implementa una federazione di Nodi CTS2. Ogni Nodo DiTAM fornisce ad Utenti ed Applicazioni un insieme compiuto e coerente di servizi basati su CTS2 per la gestione di risorse terminologiche. I servizi DiTAM sono accessibili remotamente sia tramite interfacce utente realizzate come “Rich Internet Application” utilizzabili tramite un qualsiasi programma di navigazione Web, che come servizi invocabili da altri sistemi informatici. Oltre ai servizi basati su CTS2 per consultare, creare, e manutenere terminologie,
  • DiTAM supporta la condivisione controllata di terminologie e l'interoperabilità sia nell'ambito di una stessa organizzazione che tra organizzazioni diverse che cooperino nell'ambito di una Federazione di nodi DiTAM. Tutti i servizi DiTAM sono resi disponibili come interfacce e configurabili rispetto alle necessità di ruoli/utenti diversi. Le interfacce per accedere ai servizi di DiTAM posso assumere la forma di classi Java, servizi Web, o “Rich Internet Application”;
  • dal punto di vista dell'architettura hardware/software ogni istanza di DiTAM è una federazione di nodi autonomi inter operanti che costituiscono un “repository” distribuito di risorse terminologiche conformi allo standard CTS2, e quindi accessibile secondo tale standard da ogni applicazione/sistema esterno “cliente”.
  • Ogni nodo DiTAM gestisce un proprio “store” persistente di risorse terminologiche e nasconde completamente agli utenti – che vedranno comunque il livello funzionale CTS2 - la potenziale complessità insita nelle strutture dati adottate, senza per altro comprometterne la potenza e le potenzialità.
 

DiTAM, in virtù della sua natura aperta e basata su standard, può essere esteso e potenziato integrando nuove componenti.

Il nucleo di servizi e componenti riusabili attualmente disponibile sarà esteso nel tempo, per fornire servizi a supporto delle attività e dei processi distribuiti specifici degli utenti di DiTAM.

 
 

News

mar 1, 2015
A partire dal 17/06/2015 PICASSO è stato avviato in produzione a Milano, nell'Azienda Ospedaliera San Paolo
mar 1, 2015
A partire dal 9 febbraio 2015 PICASSO è stato avviato in produzione a Roma, nell'Azienda Ospedaliera Agostino Gemelli